5 metodi gratuiti per ripulire e velocizzare Windows

5 metodi gratuiti per ripulire e velocizzare Windows

2 marzo 2018 0

5 metodi gratuiti per ripulire e velocizzare Windows

 

Ti mostriamo cinque semplici metodi per rendere più veloce e più reattivo qualsiasi PC o NOTEBOOK. Ecco come utilizzare gli strumenti incorporati di Windows per Riordinare il desktop e il disco rigido e farlo andare più veloce, e non ti costerà nulla. Ovviamente ci sono altri metodi in altri articoli che abbiamo scritto, ma questi se il tuo pc non è incasinato al massimo funzionano al 100% !

Prima di cominciare – Ti consigliamo di avere nel tuo pc un software come CCleaner ( Download CCleaner ) che risolve tutte le principali cause dei PC lenti –

1: ripulisci il tuo disco rigido

Quando un PC o Notebook invecchia, i dati riempiono il disco rigido, ciò a sua volta rallenta le prestazioni, poiché il PC deve andare oltre e lavorare di più per trovare i file e i programmi a cui ha bisogno di accedere. Questo non vale per gli SSD, anche se qualsiasi disco rigido è completamente pieno (o quasi pieno), Windows non avrà lo spazio necessario per funzionare correttamente. Dovresti sempre mirare ad avere diversi GB vuoti (idealmente 10-20 GB).

Rimuovere il più possibile la spazzatura aiuterà a ripristinare la reattività del tuo PC o Notebook. Inizieremo con file duplicati. Tipicamente questi saranno file musicali o foto. Non c’è nessun aspetto negativo nella rimozione di tale posta indesiderata, e il Fast Duplicate File Finder accelererà questo processo. Installalo e segui le semplici istruzioni.

Ora è possibile utilizzare le funzioni di pulizia incorporate di Windows per creare più spazio: svuotando il Cestino e rimuovendo i file temporanei e altri non più necessari.
In Windows 10, digita Disk Clean-up nella casella di ricerca accanto al pulsante Start di Windows.

In Windows 7 Andare su Start, Tutti i programmi, Accessori, quindi selezionare Utilità di sistema, Pulizia disco. In

Windows 8  vai su Cerca Charm e digita Disk Clean-up. Fare clic sul risultato per ‘Cancella spazio su disco eliminando i file non necessari’.

La procedura guidata identificherà i file che ritiene possano essere eliminati, indicando anche quanto spazio sul disco rigido si libererà. Questo può rimuovere un intero carico di file non necessari, incluse vecchie installazioni di Windows, liberando potenzialmente decine di GB di spazio di archiviazione.

2: Elimina i programmi che non usi o non ti servono o hai installato per errore e non sai disinstallarli.

Rimuovi tutti i programmi:

In Windows 10, cerca solo “Aggiungi o rimuovi programmi”.

In Windows 7 vai su Start, Pannello di controllo, Programmi e scegli “Disinstalla un programma”.

In Windows 8, vai alla ricerca Incanto e cerca “Disinstalla”. Vedrai una voce per “Disinstalla programmi per liberare spazio su disco”.

In ogni caso puoi vedere una lista di programmi e lo spazio che occupano. Scorri l’elenco e seleziona il programma che desideri rimuovere, quindi fai clic sul pulsante Disinstalla nella parte superiore della finestra. Ricorda che vuoi eliminare solo i programmi che non usi. NON CANCELLARE QUELLI PRINCIPALI O  I DRIVER

3: deframmenta il tuo disco rigido

Una volta rimossi i file e i programmi non necessari dal PC, un buon passo successivo è compattare i dati rimanenti in modo che il PC possa accedere ai dati nel modo più efficiente possibile.

Deframmentare il tuo disco rigido è un modo per accelerare il tuo PC o NOTEBOOK in Windows – in linea di principio, almeno. L’idea è che quando i dati vengono salvati e salvati sul disco rotante nel disco rigido, piccoli pacchetti di informazioni vengono depositati in luoghi casuali su tutto il piatto. Questo richiede più tempo per leggere, quando Windows chiama sul tuo disco rigido per trovare informazioni. Deframmentando o comprimendo quei dati il ​​sistema operativo rimuove gli spazi tra i pacchetti di dati, spostandoli tutti più vicino al centro del disco. Questo a sua volta rende ogni accesso del disco rigido più veloce, di una piccola quantità. Dovrebbe migliorare la velocità del tuo PC o laptop, anche se lo fa solo di una quantità impercettibile.

L’unica eccezione a questo è se il tuo PC ha un SSD. La deframmentazione di un SSD non ha senso in quanto la tecnologia è completamente diversa, quindi non farlo!

Windows 7, fare clic sul pulsante Start. Seleziona Tutti i programmi, quindi Accessori. Scegliere Strumenti di sistema, quindi selezionare Utilità di deframmentazione dischi.

Quindi fai clic su Deframmenta ora.

In Windows 8 e Windows 10 PC, laptop o tablet si deframmentano automaticamente per impostazione predefinita ogni settimana, grazie all’attività pianificata: Optimize Drives. Quindi, se non hai cambiato nessuna impostazione, non dovresti aver bisogno di deframmentare. Ma se non si è sicuri e si desidera verificare lo stato di – o eseguire manualmente la deframmentazione dell’unità, cercare e digitare “Deframmentazione”. Uno dei risultati sarà “Deframmenta e ottimizza le tue unità”. Seleziona questo.

Verrà visualizzata una finestra di dialogo con un elenco dei dischi rigidi nel PC o laptop, il tipo di supporto, l’ultima deframmentazione e la loro frammentazione. Hai davvero bisogno di deframmentare solo se l’unità è più del 10 percento frammentata. Se non è possibile visualizzare una figura in Stato corrente, per scoprire se è necessario ottimizzare un’unità particolare, evidenziarla e premere Analizza. Quindi conferma la tua scelta. Questo aggiornerà la colonna dello stato corrente.

4: interrompe l’avvio automatico dei programmi

Molti programmi hanno l’impostazione predefinita di iniziare con Windows, quindi non è necessario attendere prima di poterli utilizzare. Ma alcuni non sono necessari e potresti non usarli mai.

Velocizzare l’avvio di windows con la rimozione dei programmi che si avviano in automatico!

Disabilitare l’avvio programmi automatico in Windows 7, Vista o XP (per Windows 8 e Windows 10, leggere sotto).
Senza installare nulla, su ogni PC Windows si può aprire uno strumento interno chiamato MSConfig, che permette di vedere rapidamente tutto quello che sta in esecuzione automatica all’avvio e, nel caso, disattivare questa opzione.
Per aprire MSConfig, aprire il menu Start, digitare nella barra di ricerca “msconfig.exe” (senza le virgolette) e premere Invio.
Se si utilizza Windows XP, aprire la finestra di dialogo Esegui dal menu Start, digitare “msconfig.exe” nella casella e premere Invio.
In MSConfig, aprire la scheda Avvio (non opzioni di avvio) per vedere un elenco di programmi.
Per ciascuno di essi c’è una casella di controllo che, se rimossa, disattiva l’avvio automatico degli stessi, senza disinstallarli.
Cliccare su OK dopo aver effettuato le scelte e riavviare il computer (o uscire senza riavviare)Disabilitare programmi di avvio in Windows 8 o 8.1 o Windows 10
In Windows 10 e 8.1 Microsoft ha reso molto più semplice arrivare alla lista dei programmi in avvio automatico che sono ora elencati in una scheda del task manager o “Gestione attività
Si può aprire il task manager cliccando col tasto destro del mouse sulla barra delle applicazioni, oppure premendo insieme i tasti CTRL + MAIUSC + ESC.
Dalla scheda Avvio, selezionare un programma e premere il pulsante Disattiva.

5: ripulisci e organizza il desktop

Infine, ecco alcuni suggerimenti per semplificarti la vita quando usi Windows. Ti aiuteranno a trovare file e cartelle più velocemente, indipendentemente dallo stato del disco rigido del tuo PC o laptop.

Se hai bisogno di trovare un file in fretta, inserisci il suo nome nella casella di ricerca del menu Start. Con Windows 10 la ricerca è ottima, poiché la scatola è proprio lì sulla barra delle attività.

In Windows 7 è utile l’Assistente ricerca di Windows. Ma quest’ultimo non può competere con un motore di ricerca desktop come Copernic . Questo programma gratuito indicizza l’intero disco rigido per trovare più rapidamente il file che stai cercando.

I documenti dovrebbero essere archiviati in cartelle pertinenti, non sul desktop. Apri Windows Explorer (Esplora file in Windows 10 e 8).

Vai alla cartella Documenti e crea una nuova cartella facendo clic con il pulsante destro del mouse in uno spazio bianco sulla destra e scegliendo Nuovo, quindi Cartella. Denominata “Nuova cartella” per impostazione predefinita, è possibile rinominare l’archivio semplicemente digitando il testo evidenziato. Trascina e rilascia i file pertinenti nella tua cartella.

Rimuovi le scorciatoie inutilizzate dal desktop – questo non disinstallerà i programmi a cui si collegano, ma aiuterà a mantenere le cose in ordine e organizzate. Quindi, fai clic con il pulsante destro del mouse sul desktop e seleziona Visualizza, ‘Organizza automaticamente le icone’. Ciò costringerà le scorciatoie rimanenti in una griglia ordinata sul lato sinistro dello schermo.

Dovresti essere in grado di identificare il contenuto di un file dal suo nome, senza doverlo aprire. L’aggiunta del luogo ai nomi di foto delle vacanze è un buon esempio. Può anche essere utile includere la data. Se hai molti file simili da rinominare, copia e incolla le informazioni comuni in ogni file rinominato.

Ottieni una visione migliore di cosa c’è nelle tue cartelle: fai clic sull’icona ‘Cambia la tua vista’ nell’angolo in alto a destra di una cartella e seleziona Dettagli. La dimensione del file, la data di creazione e altre informazioni verranno ora visualizzate accanto a un elenco di documenti. Riordina l’elenco per data, dimensione del file e così via facendo clic sulle varie schede nella parte superiore della finestra.

Parole chiave, visibili quando fai clic con il pulsante destro del mouse su un file e scegli Proprietà, facilita la ricerca di un file. In Word, vai su File, Proprietà, compila il campo Parole chiave e premi Ok. Per le foto, i tag sono l’equivalente di parole chiave; fare clic sul campo Tag nella parte inferiore di un riquadro di Esplora risorse per aggiungerli.