Deepin Desktop punta sulla distro Pardus OS Linux

Deepin Desktop punta sulla distro Pardus OS Linux

10 marzo 2018 0

Deepin Desktop punta sulla distro Pardus OS Linux

La distro Pardus sistema operativo linux si divide tra un’edizione aziendale e una versione comunitaria . Mentre entrambi condividono lo stesso nome di distribuzione, provengono da diversi team di sviluppatori.

Esplorare le loro differenze è una sfida, dal momento che sia le versioni enterprise che quelle community arrivano solo in inglese e in turco ma in continuo aggiornamento da parte della community per le traduzioni in diverse lingue. La limitazione della lingua blunt la potenziale base di utenti. Ciò si traduce anche in un processo di installazione più complicato per i nuovi utenti che non hanno familiarità con i metodi di installazione GNU / Linux.

L’ultima edizione aziendale di Pardus è stata rilasciata la scorsa settimana. Le edizioni della community Pardus sono meno fresche, in quanto le loro pubblicazioni hanno attraversato diversi mesi alla fine dell’anno scorso.

Tecnologia innovativa

Numerosi vantaggi sono associati alle ultime versioni di Pardus. La distro è facile da usare ed è molto attraente visivamente. Funziona bene anche su un hardware più vecchio con risorse limitate. Il menu visualizzato in Pardus 17.2 può riempire l’intero schermo con file di icone  o ridurre la vista a una sola finestra. La barra del dock è sempre visibile nella parte inferiore per l’avvio degli strumenti e delle applicazioni preferite.

Una caratteristica chiave di Pardus 17.2 è il supporto di avvio PXE (Preboot Execution Environment) nell’Installatore Debian. PXE offre un’esperienza migliore quando si installa il sistema operativo contemporaneamente su più di un dispositivo. Questa funzione è molto utile quando si distribuisce Pardus in un piccolo ufficio o in un istituto scolastico.

Lo schermo principale di Deepin Desktop Pardus OS è estremamente semplice, ha uno sfondo azzurro chiaro con una stella e una barra del dock in fondo, non potrebbe essere molto più user-friendly. Vai all’array delle impostazioni per selezionare da una raccolta di più immagini di sfondo colorate.

È possibile aggiungere alcune applicazioni utilizzate spesso all’array preconfigurato già sulla barra di ancoraggio. Se non ti piace lo schermo senza icone, puoi fare clic con il pulsante destro del mouse sul menu per posizionare le icone della app sul desktop.

La barra inferiore  dello schermo mostra 13 icone. Facendo clic su un’icona si avvia un’applicazione. Quando apri un programma, la sua icona si unisce alla barra del dock e viene visualizzato con un indicatore luminoso al di sotto di esso.

La prima icona all’estremità sinistra della barra mobile è il programma di avvio predefinito principale. Fare clic per visualizzare le righe delle icone delle applicazioni per riempire lo schermo. È possibile fare clic su un pulsante nell’angolo in alto a destra per ridurre la visualizzazione a schermo intero ad una finestra più piccola.

Requisisti per l’installazione di Pardus OS – linux Deepin Desktop

Pardus 17.2 XFCE (64-bit) è l’edizione aziendale mainstream.

Per utilizzarlo sono necessari almeno 512 MB di RAM

8 GB di spazio su disco

Risoluzione almeno 640×480

Un processore da 1.0 GHz con supporto a 64 bit.

Per la “side edition”, che ha il Deepin Desktop o DDE. I requisiti di sistema per DDE sono un po ‘più impegnativi.

1.024 MB di RAM

12 GB di spazio su disco

Risoluzione di almeno 1024×768

Un processore da 2.0 GHz con supporto a 64 bit.

Entrambe le edizioni XFCE e DDE vengono fornite con l’ultima versione del word processor LibreOffice (6.0.1). Il sistema operativo Pardus viene fornito con il kernel 4.9.0 di Linux.

Download PARDUS OS LINUX

Dai uno sguardo acnhe alle altre DDE linux