Recensione Huawei p20 pro il nuovo modello che eguaglia samsung s9 e iphone x

Recensione Huawei p20 pro il nuovo modello che eguaglia samsung s9 e iphone x

18 Aprile 2018 0 Di Carmine Nocerino

Il Huawei p20 , mi ha sorpreso e deliziato come pochi altri e quello che stai per leggere è una raccolta di parole felici a suo  riguardo. Non penso che il P20 Pro sia perfetto,  né il miglior telefono mai pubblicato, ma credo che sia uno dei dispositivi più importanti che abbiamo visto nel mobile negli ultimi anni.

Nonostante i milioni di telefoni venduti i Cina, Huawei è rimasta scadente in altri mercati degli smartphone. Il P20 Pro vuole cambiare questa politica. Huawei pro p20 è potente, raffinato, veloce, elegante e desiderabile pari ad un Samsung, LG e HTC. In un momento in cui le agenzie di spionaggio statunitensi stanno mettendo in guardia gli americani dai telefoni Huawei a causa di timori di spionaggio (finora infondati), Huawei sta rispondendo nel miglior modo possibile: creando telefoni straordinari.

Huawei rilascia la P20 Pro in Europa con 6GB di RAM e 128GB di spazio di archiviazione. Ciò lo pone in diretto confronto con il Samsung Galaxy S9 e l’iPhone X di Apple. E la cosa straordinaria è quanto il telefono Huawei sia in grado di competere in una classe così rara di super smartphone.

Huawei P20 Pro è un tipico telefono cinese in quanto ha un foglio delle specifiche estremamente ricco e un design accattivante. Invece di un colore, Huawei ha dato a questo telefono un lavoro di pittura sfumata iridescente che emana sofisticazione. La combinazione di bellezza e muscoli qui è completata con la certificazione IP67 per la resistenza all’acqua e alla polvere. Ogni azienda telefonica vuole conferire ai propri dispositivi un tocco di classe, ma pochi hanno avuto successo come è riuscita Huawei  con il P20 Pro.

P20 Pro si rivela sorprendentemente rigido e resistente. Con all’interno un’enorme batteria da 4.000 mAh, trasmette anche un soddisfacente senso di densità che solo l’iPhone X di Apple può eguagliare. C’è una litania di sottili dettagli di design e piacevoli simmetrie in questo design Huawei che si sommano per creare una prima impressione positiva. Adoro il colore dell’accento insignificante ma interessante sul pulsante di accensione, ad esempio. È giusto dire che mi è piaciuta la P20 Pro prima ancora di accenderla.

LE DIMENSIONI E L’ERGONOMIA DEL HAUEI P20 PRO APPROCCIANO LA PERFEZIONE

Provenendo da un Google Pixel 2 XL, trovo che il P20 Pro sia un upgrade ergonomico. Il telefono di Huawei ha uno schermo leggermente più grande, a 6.1 pollici, ma è fisicamente più piccolo. Questo è qualcosa che i detrattori notch dovranno prendere in considerazione prima di criticare il P20 Pro: fornisce più spazio sullo schermo rispetto a un design non intaccato. Ma più che altro, il P20 Pro è facile da afferrare e da impugnare in sicurezza. Le superfici di vetro possono sembrare scivolose, tuttavia non sono arrivato vicino a far cadere il telefono neanche una volta durante tutti i miei test (che è insolito).

HUAWEI FACE UNLOCK È VELOCE, E FUNZIONA ANCHE NELLO SCURO

Huawei ha deciso di mantenere il sensore di impronte digitali nella parte anteriore del telefono, altri l’hanno rimosso (Apple), spostato sul retro (Samsung) o integrato direttamente nel display (Vivo). Ma mi ci sono voluti solo pochi istanti per usare il lettore di impronte digitali del P20 Pro per rendermi conto che tenerlo era la mossa giusta. È sorprendentemente veloce e preciso, e il modo in cui si sente sotto il mio pollice è fantastico. Huawei ha anche aggiunto un’opzione Face Unlock al P20 Pro, che utilizza la fotocamera frontale da 24 megapixel. Ero di nuovo scettico sul fatto che questo sarebbe stato qualcosa di diverso da un espediente delle speculazioni di Apple, ma il mio scetticismo è stato soffocato dall’esperienza. Face Unlock su questo telefono è istantaneo in quasi tutte le circostanze. Anche quando mi sono chiuso in un bagno spento, il telefono ha impiegato meno di un secondo per identificarmi.

DISPLAY HUAWEY P20 PRO

Il display Full HD + da 6,1 pollici su Huawei P20 Pro è eccellente. Ci sono un paio di modalità colore tra cui scegliere, e una volta passato a quello naturale, ho ottenuto colori con la giusta quantità di saturazione e vividezza. Non perfettamente accurato, forse, ma perfettamente adatto all’uso da parte dei consumatori. Il Pixel 2 XL si sente scialbo al confronto, mentre il recente HTC U11 + appare cupo e saturo. Solo i due telefoni che Huawei sta cercando di superare, l’iPhone X e il Galaxy S9, possono vantare di avere schermi altrettanto buoni del P20 Pro. Tutti e tre sono OLED, tutti e tre possono essere utilizzati comodamente in condizioni esterne luminose, e tutti e tre forniscono un sacco di nitidezza, contrasto e precisione.

Le telecamere sono pensate per essere la principale caratteristica di differenza di Huawei P20 Pro:

La fotocamera da 24 megapixel è abbinata a una fotocamera principale da 40 megapixel f / 1.8, una fotocamera monocromatica da 20 megapixel f / 1.6 e una fotocamera teleobiettivo da 8 megapixel f / 2.4 sul retro. Se sei dell’umore giusto per la matematica, sono 92 megapixel di potenza di elaborazione delle immagini.

Non ci sono ritardi nell’elaborazione delle immagini su P20 Pro, e questa fluidità di funzionamento assicurata si estende all’intera esperienza dell’utente. Come con la sensazione premium all’esterno, la reattività all’interno della P20 Pro è di prim’ordine. Spedizione con il più recente software Android 8.1 Oreo, la Pro è anche super affidabile – Ho avuto più crash di app su Pixel 2 XL di quanto non abbia avuto con il telefono di Huawei.

IL SOFTWARE HUAWEI 

EMUI, la pelle di Huawei in cima ad Android, si è evoluta da una imitazione di iOS un paio di anni fa a un’esperienza utente abbastanza accettabile. Non posso dire di esserne innamorato, ma il semplice fatto che EMUI non mi turba con la sua stranezza o inaffidabilità è un importante passo avanti per Huawei. Le deviazioni dell’azienda rispetto al design Android originale di Google possono essere in gran parte aggirate o disattivate, e apprezzo avere una modalità scura, una funzionalità sempre più preziosa per i telefoni con display OLED.

SEGNALE SEMPRE PRESENTE E BATTERIA CHE DURA SEMPRE DI PIU’

L’abbinamento di cuffie e altoparlanti wireless è stato più veloce con questo telefono Huawei rispetto a qualsiasi altro dispositivo Android che ho utilizzato e il P20 Pro ha mantenuto un segnale forte, indipendentemente dal modo in cui l’ho afferrato, tenuto in una coppa o abbracciato. Lo stesso vale per il segnale cellulare: ho trovato che il P20 Pro offriva la migliore velocità possibile dei dati mobili ovunque io fossi, e non ho avuto chiamate perse anche in aree con copertura spot.

La batteria del P20 Pro mi fa ridere. Dura per un tempo assurdamente lungo. In questo momento, il telefono è rimasto lontano da un caricabatterie per 32 ore e ho ancora il 52 percento della batteria con cui giocare. In una giornata più impegnativa che potrebbe includere un’ora di video di YouTube, ore di streaming audio e una quantità smisurata di tempo durante la navigazione su Twitter e triage email, porterei comunque la batteria a 40-qualcosa per cento dopo 24 ore. La Huawei dichiara due giorni di durata della batteria con il P20 Pro e il telefono fornisce regolarmente.

PRO
Durata della batteria epica
Design incantevole e sofisticato
Sistema di telecamere eccezionale
Display di alta qualità

CONTRO
Nessun jack per cuffie

Nessuna ricarica wireless