Come funziona un hard disk, tipi di hard disk e a cosa servono

Come funziona un hard disk, tipi di hard disk e a cosa servono

18 Gennaio 2019 Off Di Carmine Nocerino

Come funziona un hard disk, tipi di hard disk e a cosa servono

Che cosa è un Hard Disk ?

E’ un dispositivo di memoria di massa di tipo magnetico che utilizza uno o più dischi magnetizzati per l’archiviazione dei dati (file, programmi e sistemi operativi).

Il disco rigido è un dispositivo di archiviazione del computer ed è uno dei tipi di dispositivi di memoria di massa attualmente più utilizzati essendo presente nella maggior parte dei computer ed anche in altri dispositivi elettronici, come per esempio il PVR. È stato per lungo tempo l’unica scelta sui personal computer, ma sta conoscendo una perdita di quote di mercato a favore delle più recenti unità a stato solido (SSD).

Come scegliere un Hard disk ?

hard disk ssd

Ad oggi è possibile scegliere tra hard disk sata o ssd (che assicura prestazioni migliori), mentre prima esisteva solo un tipo di hard disk con attacco ide.

Diciamo subito che rispetto agli hard disk le unità a stato solido (SSD) evidenziano un tempo di accesso ai dati è praticamente nullo (quantificabile in 0,1 ms o meno).
È errato chiamare queste unità “dischi a stato solido” o “dischi SSD” perché negli SSD non vi sono parti in movimento e la memorizzazione delle informazioni avviene in forma elettronica, modificando per effetto tunnel lo stato delle celle.
Gli SSD usano infatti chip di memoria flash mentre gli hard disk utilizzano dischi magnetici.Adoperando un SSD l’accesso al dato è sostanzialmente immediato e, di conseguenza, quest’ultimo viene posto sul bus altrettanto istantaneamente contribuendo all’ottenimento di velocità di lettura e scrittura assolutamente irraggiungibili con gli hard disk tradizionali.

Come funziona un SSD ?

Nella scelta di un hard disk o SSD va considerato che questi ultimi usano memorie flash non volatili mettendo quindi al bando qualunque componente meccanico.
I chip di memoria di tipo NAND su cui si basano gli SSD sono composti da celle. Ciascuna di esse include un transistor simile ai MOSFET, dotato di due gate invece di uno solo. Uno di tali gate viene utilizzato per conservare il valore della cella ed è conosciuto come “gate flottante”.

Le memorie utilizzate negli SSD sono classificate sulla base del numero di bit che possono essere conservati: >SLC (single level cell, un bit); MLC (multi-level cell, due bit); TLC (triple-level cell, tre bit); QLC (quad-level cell, quattro bit).

Siccome gli SSD non hanno testine, dischi che girano e parti meccaniche, non emettono alcun rumore. Non si sente quel fastidioso rumore emesso dagli HDD, perchè il metodo di funzionamento è completamente diverso.

I file presenti su un HDD vengono frammentati, e questo rallenta notevolmente l’intero sistema, perchè la testina deve cercare i vari frammenti salvati sui dischi. Nel drive a stato solido invece, i file vengono salvati e supervisionati da un processore, che controlla dove archiviare i file senza creare frammenti.

Gli svantaggi rispetto ad un HDD sono:

  • Costo superiore
  • Durata di vita

Il prezzo degli SSD è sicuramente superiore a quello degli HDD, ma negli ultimi periodi è in continuo calo. Finalmente si possono acquistare ottimi modelli senza spendere troppo, ed assemblare un PC con drive a stato solido interno. Puoi trovare alcuni dei migliori SSD in commercio.

Gli SSD hanno una vita più breve degli HDD. Questo avviene perchè a furia di scrivere e riscrivere le memorie flash, i circuiti si usurano e perdono la loro capacità di salvare i dati. Tuttavia non è il caso di allarmarsi, perchè se non vengono sovrascritti in continuazione, durano comunque tantissimi anni.

E’ importante però non lavorare con file di grandi dimensioni, perchè se si salvano numerose volte dati di parecchi GB, si andrebbe inesorabilmente a ridurre la loro vita.

La configurazione migliore sarebbe installare il sistema operativo su un Hard disk allo stato solido SSD ed utilizzare un hard disk sata o magari un hard disk esterno sata per salvare i dati e conservare la grande quantità di dati.

[siteorigin_widget class=”envo_magazine_Extended_Recent_Posts”][/siteorigin_widget]