Come amplificare il segnale wi-fi della casa

Come amplificare il segnale wi-fi della casa

1 Marzo 2019 0 Di Carmine Nocerino

Il WiFi è ormai una tecnologia completamente sdoganata e alla portata di tutti,succede però spesso di rimanere insoddisfatti dalle prestazioni della rete: cadute di segnale, lentezza anche per le operazioni più banali, scarsa copertura all’interno delle propria mura domestiche (soprattutto quando la casa è a più piani).  Quindi come è possibile porre rimedio ?

Ecco alcuni suggerimenti su come amplificare il segnale wifi, potenziare la ricezione ed estendere il segnale del router e migliorare la velocità di navigazione.

Vediamo alcuni problemi che incontriamo con il nostro router wireless:

DISTANZA DAL ROUTER

La distanza dal router è il problema più evidente: esiste un range ottimale dove il segnale wireless può viaggiare. Se la rete deve coprire un’area più grande di quella dove il router è in grado di trasmettere, o se sono presenti molti angoli da raggiungere e pareti da attraversare, le prestazioni avranno un calo. Questo problema è facilmente risolvibile con un ripetitore di segnale wireless o amplificatore di segnale wi-fi vedremo i migliori in un articoli  più avanti.

INTERFERENZE

Le interferenze sono un altro grosso problema, soprattutto per coloro che vivono in aree densamente popolate. I segnali provenienti da altre reti wifi e dai dispositivi elettronici possono influire sulle velocità, così come le ostruzioni fisiche, come le pareti. Anche molti sistemi telefonici e altri dispositivi wireless possono interferire con il segnale. Questa è una cosa da tenere in considerazione quando si acquista un nuovo sistema telefonico.

 Per ridurre il problema delle interferenze con il router e dunque di amplificare il segnale wireless generato da quest’ultimo, un’altra cosa che ti invito a fare è quella di cambiare il canale radio utilizzato. Per riuscirci, occorre agire dal pannello di gestione del modem.

Per cui, provvedi in primo luogo ad aprirei il browser Web che generalmente usi per navigare in rete (es. Chrome) ed a digitare uno degli indirizzi che trovi elencati qui di seguito nella barra in alto dopodiché schiaccia il tasto Invio sulla tastiera.

  • 192.168.0.1
  • 192.168.1.1
  • 192.168.1.254

Una volta fatto ciò, se ti viene chiesto di digitare una combinazione di nome utente e password, prova con quelle che trovi indicate qui sotto.

  • admin/admin
  • admin/password

Se le coordinate che ti ho fornito e/o i dati di login non risultano corretti, consulta il mio tutorial dedicato in via specifica a come entrare nella pagina del modem per scoprire subito come riuscire a far fronte alla cosa.

Ora che visualizzi la pagina principale del pannello di controllo del tuo router, individua la sezione dello stesso dedicata alla configurazione della rete wireless.

Ad esempio, sui modem Netgear con interfaccia Genie, per poter accedere alla sezione corretta devi prima pigiare sulla scheda Avanzate collocata in alto a destra, poi devi fare clic sulla voce Installazione collocata nella barra laterale di sinistra e, per finire, devi pigiare su Configurazione wireless.

Individua quindi il menu per la scelta del canale Wi-Fi ed impostalo su un valore diverso da quello predefinito. Personalmente ti suggerisco di selezionare il numero 2, il numero 6 o il numero 11, in quanto sono gli unici che non si accavallano con altri canali. Ad ogni modo, dovresti provarne diversi per trovare quello con meno interferenze nella tua zona.

potenziare-la-rete-wireless

VALUTIAMO L’ACQUISTO DI EXTENDER DI SEGNALE WI-FI

Un altro sistema per migliorare il segnale WiFi consiste nell’utilizzare un extender. Questo semplice dispositivo è una antenna capace di catturare un segnale e “risputarlo”, in modo da fargli coprire più metri. Sono oggetti dal costo accettabile, dalla facile installazione ma con qualche controindicazione. Innanzitutto, la prima falla la troviamo proprio nel loro concetto di funzionamento: devono prendere un segnale WiFi e ributtarlo fuori, ma se la fonte è debole, non possono fare miracoli. Vanno quindi installati in prossimità della stanza dove si trova il router, per far sì che possano prendere più segnale possibile – ne abbiamo approfondito anche all’interno del nostro focus dedicato alla singola tipologia di dispositivo, ovvero al ripetitore WiFi.

Questo significa che non vanno messi nella stanza di destinazione (ad esempio una cucina lontana dallo studio dov’è il router), ma a metà, sperando che la fonte regga correttamente e che il nuovo segnale esteso sia abbastanza veloce da offrire una connessione discreta. Non è di certo la soluzione più indicata per scavalcare un muro portante, anzi. Gli extender tendono a dimezzare la velocità di connessione (se si è ovviamente agganciati ad essi) ma risultano uno dei sistemi più economici e semplici per raddoppiare la portata del segnale WiFi. Non solo: solitamente gli extender offrono anche una porta Ethernet, permettendo quindi di collegare poi device tramite cavo che non hanno possibilità di ricevere segnali WiFi – come spesso accade per computer fissi, Smart TV o decoder MySky.