Come riconoscere un sito falso  riconoscere un sito truffa

Come riconoscere un sito falso riconoscere un sito truffa

17 Aprile 2019 0 Di Carmine Nocerino

Se sei entrato in questo articolo può essere che tu sia stato vittima in passato di qualche sito truffa o sito falso, oppure sei solo previdente e stai cercando informazioni su come riconoscere un sito falso o come riconoscere un sito truffa. Non avere paura il web è pieno di persone che lavorano onestamente ma come nella vita vera ce sempre il rischio di incorrere in qualche truffa. Come il classico mattone che veniva venduto negli autogrill negli anni 90, non hai mai sentito parlare di questa truffa? Brevemente ti si avvicinavano i venditori con un cellulare o altro in vendita a prezzo stracciato ti convincevano a comprarlo, una volta che tu eri stato convinto di comprarlo loro te lo impacchettavano in uno scatolo, ma nello scatolo non era presente il tuo oggetto ma un mattone. Ti distraevano e facevano lo scambio! Intanto i venditori già erano andati via. Ma passiamo all’era digitale vediamo come riconoscere siti falsi.

Come riconoscere siti falsi

Ricerca informazioni su google

come riconoscere siti falsi

Prima azione da fare è verificare la reputazione online del sito web, probabilmente ci sarà già stato qualcuno che avrà visitato oppure acquistato su quel sito prima di te. Se avranno rilasciato recensioni o altro a riguardo puoi trovarle su google scrivendo ” Nome dominio + Recensioni ” oppure ” Nome dominio + Opinioni ” ,” Nome dominio + truffa ” con questa ricerca potrai trovare informazioni utili sul sito che stai cercando.

Guarda i metodi di pagamento

come riconoscere siti truffa

Se è un sito serio avrà nei sui metodi di pagamento , sicuramente quelli con i quali un utente può proteggersi dall’acquisto tipo: Paypal o simili che ti permette in caso di non arrivo merce di poter riavere i soldi con le controversie. Quindi controlla anche i metodi di pagamento e assicurati che abbia metodi tracciabili come paypal,contrassegno,bonifico e carte di credito. Non usare mai ricariche o altro in questo modo non potrai più avvalerti di nulla e sarai fregato!

Controlla anche la P.IVA e dati dominio

come riconoscere siti falsi-1.jpg

Un’altra verifica che possiamo fare è quella di effettuare un controllo sul WHOIS del dominio: a seconda dell’estensione esistono WHOIS differenti, per cui dovrete trovarne su Google uno adatto alla vostra estensione (ce ne sono per .IT, .COM e così via). In alternativa, un WHOIS rapido potete ricavarlo dal nostro tool gratuito per i WHOISdei domini, nel quale andrete ad inserire nella casella di ricerca il nome del sito web, e poi farete click su “WHOIS” per ottenere le informazioni desiderate. In sostanza, se state per acquistare dal sito mioecommerce123.it (ad esempio), inserite nella casella di ricerca quel nome ed andate a controllare :

  1. la data di apertura del dominio (se il dominio è molto recente, ad esempio, potrebbe più probabilmente trattarsi di una truffa online);
  2. l’intestazione del dominio (se il WHOIS è protetto o non appaiono dati comprensibili come nome, cognome ed indirizzo, è più probabile che si tratti di una truffa).

Poi controlla la P.IVA direttamente sul sito dell’agenzia delle entrate a questo link basta immettere la partita iva e controllare che sia registrata.