Recensione Asus Zenbook Flip 14: Notebook Ultraportatile lo zenbook 2 in 1

Recensione Asus Zenbook Flip 14: Notebook Ultraportatile lo zenbook 2 in 1

30 marzo 2018 0

Recensione Asus Zenbook Flip 14: Notebook Ultraportatile lo zenbook 2 in 1

Questo è il futuro dei portatili ultraportatili: una macchina capace di editing 3D e Photoshop senza piegarsi sotto pressione o rinunciare a qualsiasi cosa nella portabilità. Tutto ciò che riguarda il nuovo ZenBook Flip 14 di Asus è uno standard e un suono per un laptop 2-in-1: un corpo sottile, un processore potente, una durata della batteria eccezionale, tranne che per un chip grafico discreto. È ciò che rende lo ZenBook Flip 14 unico tra i tanti altri 2 in 1 disponibili.

Intel e AMD stanno ancora lavorando alla loro collaborazione per GPU più potenti negli ultrabooks, ma lo ZenBook Flip 14 utilizza il nuovo chip GeForce MX150 di Nvidia. La serie MX di chip è la soluzione di Nvidia per aumentare le prestazioni grafiche negli ultrabooks e 2 in 1. Per quanto riguarda le prestazioni, l’MX150 si inserisce nel ramo inferiore delle schede GTX 10, al di sotto della GTX 1050 con funzionalità VR.

Quindi, con tutto questo potere, ZenBook Flip 14 può essere un ottimo portatile  e portatile da gioco? Scopriamolo.

Questo particolare ZenBook Flip 14 costa sui 1,299 €

Esiste una configurazione SSD Core i5 / 8GB / 256GB.

Ha un core quad-core da 1,8 GHz i7-8550U, 16 GB di RAM, il chip grafico GeForce MX150, SSD da 512 GB e un touchscreen 1920 x 1080. Queste non sono le caratteristiche di un laptop per videogiochi di qualità e-sport, ma sono perfette per utenti mobili e studenti alla ricerca di un ultrabook veloce, ottimo per app come Photoshop.

Infine, si ottiene il login dell’impronta digitale di Windows Hello e una penna dell’inchiostro di Windows per scarabocchiare nella casella. Asus non è estraneo alla produzione di ultrabook o laptop da gioco. Lo ZenBook tenta di sfocare queste linee con la sua GPU discreta. Ma come macchina per la produttività? L’esperienza utente di ZenBook Flip 14 è piacevole.

Iniziamo con i dispositivi di input. La tastiera ha un’eccellente retroilluminazione, ma ha una corsa simile alla tastiera a farfalla del MacBook Pro.

Il touchpad è scorrevole e, con mia sorpresa, include un sensore con protezione delle impronte digitali Windows

Gli altoparlanti sono di marca Harman Kardon, con un volume decente. Sembra piuttosto ricco e “riempie” il notebook e parte della stanza circostante, anche con un volume del 30 percento. Allo stesso tempo, mancano di una chiara riproduzione del suono grazie al montaggio sotto il computer. Su un letto o sul tuo grembo, attutirai i diffusori a meno che non capovolga lo schermo del ZenBook in modalità tenda o tablet. Ma chi vuole capovolgere uno schermo solo per sentirlo chiaramente?

Per quanto riguarda il display, va bene. Un display con il 100% di AdobeRGB mi rende molto felice. C’è anche l’angolo di visuale di 178 gradi, che è una necessità per le modalità tenda e cavalletto. È tutto luminosità, contrasto e colori.

Le cerniere a 360 gradi che tengono insieme il portatile sono senza pretese. Se guardi più da vicino, sembrano essere la parte più lucida e robusta dello Zenbook Flip 14 – e, abbastanza sicuro, sono robusti e lisci. Ma c’è un accenno di flessione sul coperchio quando il portatile è chiuso.

Ancora una nota: la webcam. È 720p, abbastanza travolgente, e si comporta più come un segnaposto rispetto a qualcosa che vorresti usare con regolarità.

Per mantenere la durata della batteria stabile e per evitare il surriscaldamento con una GPU discreta in esecuzione in ogni momento, Asus utilizza anche la tecnologia di commutazione Optimus di Nvidia. Quando non usi un’app ricca di grafica, lo ZenBook torna al suo chip di visualizzazione Intel.

Tuttavia, Nvidia MX150 ha solo 2 GB di memoria, che potrebbe fare molto per GTX 1050 o 1060, ma non qui. League of Legends , un gioco relativamente leggero, spesso ridotto a 33 fps durante i combattimenti di squadra, su impostazioni medio-alte. I miei anni di giochi per PC mi hanno insegnato che se una macchina non può navigare su League of Legends , non mi impressionerà da nessun’altra parte. Così ho provato altri due giochi “facili”: Overwatch e Counter-Strike: Global Offensive . Lo ZenBook Flip 14 non è stato in grado di ottenere frame rate superiori a 40 fps per nessuno dei tre giochi.

Sì, MX150 può spingere alcuni elementi grafici e gestire Photoshop / Lightroom con facilità, ma non può giocare; non mi porterai fuori con questo a un meetup della LAN.

Dal punto di vista delle porte, ZenBook 14 è dotato di due porte USB 3.0, una USB-C da 3,1 (non Thunderbolt 3 per la ricarica del laptop), uscita HDMI, porta di ricarica, slot per schede microSD e, infine, un audio da 3,5 mm Jack.

Altri nitpick includono che la finitura con magnete delle impronte digitali può essere utilizzata solo con il tasto Fn più un tasto F1-F12 per cambiare cose come la retroilluminazione della luminosità e della tastiera quando devono essere attivate per impostazione predefinita.

La batteria del ZenBook Flip 14 è una delle sue caratteristiche principali. In modalità ad alte prestazioni, riesco a ridurre di circa otto-nove ore di durata della batteria. Ma, se considero lo ZenBook come la macchina per la produttività che si pensava fosse e ricomprerei parte della gestione energetica, posso raggiungere facilmente 11 ore.

Quelli sono buoni numeri di utilizzo, non importa come lo girino, specialmente con un chip grafico discreto e un processore Core i7. Quando sei completamente senza energia e hai bisogno di ricaricare, utilizzerai un piccolo e potente mattone elettrico Asus con un jack di alimentazione proprietario. Non c’è ricarica USB-C da nessuna parte, che avrei ottenuto come uno dei migliori tratti del ZenBook se ce l’avesse.

Alla fine, ZenBook Flip 14 è un buon sistema 2 in 1, con le impressioni di un normale notebook, per meno di € 1.300.

Ottima qualità costruttiva, processori veloci / schede grafiche e una durata della batteria affidabile sono qualità comuni in un ultrabook, ma lo ZenBook lo porta di pari passo dandoti un po ‘ più di potenza.

Lo ZenBook Flip 14 potrebbe non avere il livello di lucidatura che aveva l’ultimo Lenovo Yoga , ma a differenza dello Yoga, ha un chip grafico discreto, l’ultimo chip Intel, e ha comunque la capacità di mantenere una buona durata della batteria. Semplicemente non vincerà nessun gioco.